Voto: 9.4
Consigliato da Confestetica
Tutte le recensioni
Centro Consigliato Confestetica

Siamo a Rimini in Viale Tripoli 8 - 10 0541 787808 Gli orari di apertura

Il pelo

I peli sono un annesso cutaneo che si presenta come un sottilissimo bastoncino, in parte sporgente dalla cute e in parte contenuto in un’infossatura dell’epidermide. I peli sono costituiti prevalentemente da cheratina e contenuti nei follicoli piliferi, sacche a fondo cieco sulla cute di quasi tutti i mammiferi.

Il pelo degli esseri umani è presente su tutto il corpo, eccetto il palmo dei piedi e delle mani e possono avere calibro diverso. Quelli sottili a sezione ellittica sono lanosi, ondulati, talvolta ricciuti, mentre quelli a sezione uniformemente circolare sono diritti e poco flessibili. Quelli a sezione più grossa sono detti setole e se sono trasformati in strutture rigide e appuntite sono detti aculei. Le ciglia sono peli a crescita limitata.

Il-pelo-1024x853

I peli sono composti da 3 parti: una parte libera che è detta fusto, e ha sezione variabile (ovale, circolare, triangolare), superficie liscia, apice appuntito; una parte che si impianta nel derma e la parte che è la radice cioè il follicolo pilifero. Alla base del follicolo pilifero, nella parte più allargata, troviamo il bulbo che è la parte dove sono contenute le cellule che ne consentono la crescita e che accoglie la papilla dermica.

Essa è molto importante nella regolazione dell’attività delle cellule del follicolo pilifero: in particolare le dimensioni della matrice e il diametro del fusto sono proporzionali alla dimensione della papilla dermica. Entro il follicolo sbocca una ghiandola sebacea, il cui secreto è una sostanza grassa che mantiene impermeabile il pelo e la cute circostante (con funzione protettiva); inoltre, nel follicolo è impiantato un piccolo muscolo erettore del pelo (muscolo orripilatorio), che fa reagire il pelo alla sensazione di freddo o a emozioni, come la paura, la cui contrazione provoca il sollevamento verso l’esterno del bulbo e quindi del pelo, provocando anche quella che viene detta comunemente “pelle d’oca”.

Dicevamo che il pelo è circondato da una innervazione nervosa: lo strato interno è detto midollare, composto da cellule grandi che possono essere quelle che danno il colore al pelo; quello intermedio corticale che avvolge il midollo, composto da cellule morte anche queste pigmentate e la cuticola, cioè il rivestimento esterno del pelo, formata da cellule sottili e trasparenti, dunque senza pigmento, che ha la funzione di proteggere il fusto al quale, nella radice, si addossa una guaina epiteliale.

La guaina epiteliale interna formata da tre strati di cellule che originano, come quelle del pelo, dalle cellule della matrice; i suoi compiti sono formare un involucro più rigido rispetto al pelo che contiene, in modo da modellarlo ed orientarlo correttamente, dare al fusto un fissaggio forte e sicuro inserendo la sua cuticola nella cuticola del pelo. La guaina epiteliale interna, che è quindi a diretto contatto con il pelo, termina in corrispondenza del colletto; a questo livello le sue cellule desquamano all’interno dell’infundibolo e si mescolano al sebo.

La guaina epiteliale esterna, formata dall’epidermide che affonda nel derma (le cellule che la compongono in corrispondenza della papilla, assumono le caratteristiche proprie della matrice del pelo); la guaina epiteliale esterna presenta da un lato, quello in cui il follicolo forma con il piano cutaneo un angolo ottuso, un’apertura irregolarmente circolare attraverso cui passa il dotto escretore della ghiandola sebacea; più in basso questa guaina diventa più spessa formando una sporgenza, zona protuberante, sulla quale si trova il punto inferiore di ancoraggio del muscolo erettore del pelo.

L’accrescimento di un pelo è dovuto all’attività della sua matrice, ma dipendente da cicli evolutivi ed involutivi che si succedono. Dunque è relativamente rapido, ma non illimitato. Ad eccezione di alcuni casi particolari in cui può continuare per diversi anni (capigliatura umana, criniera dei Cavalli, lana delle Pecore) la sua durata è generalmente breve.

Sopravviene allora un periodo di riposo durante il quale la papilla dermica si atrofizza, il bulbo pilifero acquista forma a clava e si avvicina alla superficie della pelle. Il pelo poi si strappa e cade. Prima della caduta, si è differenziato un nuovo abbozzo dalla parte inferiore del follicolo del pelo, con bulbo e papilla. Si sviluppa perciò un nuovo pelo che prende il posto di quello vecchio.

ENTRA
×
NUOVA RECENSIONE CONFESTETICA

Lascia la tua recensione a Epil Beauty Center

Avanti
×